Scambi

il festival dedicato all’incontro

immaginatevi una piazza vuota,
ora riempitela di gente di tutti i tipi
e ora immaginate di scoprire di dover passare tutta la vostra vita con quel gruppo di persone così variegato

questa è la vita

saper parlare con loro, saperci dialogare, capirsi, comprendersi, amarsi, odiarsi, proteggersi, conoscere pregi e difetti, problematiche e forze, è fondamentale per una vita completa e ricca.

questo è ciò in cui crediamo
questo è ciò che vorremo
questo è ciò che ci ha spinto a impegnarci per creare l’evento.

iniziamo dai convenevoli

cos’ è “Scambi”

Scambi è un festival,
un evento che si svolge nelle ultime settimane d’estate
all’ombra delle vecchie case della Pigna di Sanremo


cosa si fa a Scambi

a Scambi si sconfigge l’intolleranza verso l’altro tramite la conoscenza, durante il festival si entra in contatto diretto con tutte le meravigliose diversità che ci circondano
tramite laboratori pratici, racconti atipici, esperienze specifiche,
anche le realtà più nascoste si svelano

si ma nel pratico

nel pratico, durante i tre giorni di durata del festival, si partecipa a tre tipologie di eventi:
– laboratori tenuti da associazioni, singoli, realtà locali e non, il tutto in diverse piazze e spazi del quartiere vecchio di Sanremo (IM)
– pranzi e cene etniche accompagnate da spettacoli e manifestazioni di artisti conosciuti e sconosciuti
– serate musicali e fruizione di cortometraggi (vedi poi “Dissolvenze”) e film in audiodescrizione

chi può partecipare e come

l’evento è aperto al pubblico facendo particolare attenzione anche a rendere possibile l’accesso e la fruibilità alle persone con disabilità.
non è obbligatoria l’iscrizione, ma consigliamo di seguirci sui social per avere date, orari e localizzazione del banco informazioni e dei diversi laboratori.

il laboratorio, cosa si intende

con laboratorio intendiamo quell’attività pratica che si può svolgere in piccoli gruppi (non più di 20 persone per volta), accompagnati e guidati da un esperto.
ovvero: giunti al festival sarà possibile decidere di partecipare ad uno, due, tre, quattro, cinque, dieci laboratori, ciascuno con un tema e un organizzatore diverso.

ma “incontro” in che senso, ma soprattutto, perchè

con incontro noi intendiamo quel mezzo perfetto attraverso cui poter scoprire e conoscere l’altro, poterlo accogliere e capire.
incontrarsi è conoscersi, è accettarsi, è creare un mondo di coesione e inclusione.
l’incontro è la cura perfetta ai mali della nostra società.

anche prima della Pandemia sentivamo il bisogno di un cambiamento, ora più che mai ci troviamo alla ricerca della conoscenza e dell’abbraccio non solo fisico,
uno Scambio in cui ciascuno riceve poter perdere
e si espande in se stesso e nel mondo
senza paura di scomparire, di non esistere.