Bando di concorso Dissolvenze 2022

Bando del concorso cinematografico organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Oltre

Il presente bando disciplina la prima edizione del concorso cinematografico promosso dall’Associazione di promozione sociale “Oltre”.
Si pubblica di seguito il regolamento con le indicazioni per partecipare.

Regolamento “Dissolvenze: I corti di Scambi”

Art.1 – Organizzazione e obiettivi

L’organizzazione di promozione sociale “Oltre” realizza il “Dissolvenze: I corti di Scambi”, festival aperto a tutti i film-makers, produttori e distributori di cortometraggi cinematografici, italiani e stranieri, anche indipendenti.

L’obiettivo del festival è quello di sensibilizzare gli spettatori a nuove visioni del mondo, più inclusive e accoglienti; far conoscere realtà diverse e accompagnare gli spettatori in viaggi intellettuali sorprendenti.

Art.2 – Tema del Festival

Per la seconda edizione del “Dissolvenze: I corti di Scambi” il tema scelto è quello dello squilibrio, declinato in tutte le sue sfaccettature. La definizione che ci fornisce il vocabolario ci dice che per squilibrio si intende la mancanza di equilibrio, uno sbilanciamento. Spesso associato a connotazioni negative, lo squilibrio è diventato parte integrante della vita dell’uomo, un’azione necessaria per ritrovare l’equilibrio riuscendo a metterci in discussione.

Art.3 – Destinatari/Autori

Il presente regolamento ha quali destinatari/interessati i singoli film-makers, produttori e distributori di cortometraggi cinematografici, italiani e stranieri, anche indipendenti.

Art.4 – Requisiti Opere

Al Festival possono essere presentati cortometraggi, realizzati sia con tecniche analogiche, sia con tecniche digitali, della durata minima di 4 minuti e massima di 10. Sarà necessario allegare alle opere sia in lingua italiana che in lingua straniera dei sottotitoli in italiano (preferibilmente in formato srt.).

Art.5 – Opere e Partecipanti

I soggetti (art.3) possono richiedere l’iscrizione al Festival dei propri cortometraggi fino ad un massimo di 3 opere per ciascun soggetto partecipante.

Possono iscrivere opere al Festival solo i titolari dei relativi diritti o soggetti autorizzati per iscritto dai titolari originali. Con l’iscrizione al Festival gli autori rispondono del contenuto delle loro opere. I partecipanti devono essere certi di aver adempiuto ad ogni richiesta posta dal Regolamento, pena l’esclusione dal concorso. L’Organizzazione del Festival, in conformità con le regole stabilite in materia di copyright, considera le opere pervenute esenti da qualsiasi diritto di proprietà artistica o dai diritti che potrebbero appartenere a terzi. Proprio in quanto partecipanti al concorso gli autori si impegnano a garantire nessuna ripercussione né coinvolgimento dell’Organizzazione tutta rispetto a qualsiasi azione che potrebbe essere esercitata contro di loro dagli aventi diritto. L’Organizzazione del Festival non potrà in nessun modo né in alcuna ipotesi essere ritenuta responsabile in caso di contestazioni. Gli autori delle opere sono ritenuti responsabili dei contenuti delle rispettive opere inviate e della diffusione per mezzo di esse di musica non originale protetta da diritti d’autore o di musica e/o immagini originali.

Art.6 – Iscrizione

L’iscrizione al festival è a pagamento. Le variazioni della tassa di iscrizione saranno consultabili sul sito di FilmFreeway.

L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni, smarrimenti, furti, o altri incidenti che le opere dovessero subire. Il materiale pervenuto non verrà restituito, a prescindere dall’esito della selezione, e verrà inserito nell’archivio dell’Organizzazione. La Direzione del Festival si riserva di utilizzare gratuitamente a scopi promozionali (mezzo stampa o multimediale) estratti delle opere selezionate, le foto e tutto il materiale pervenuto. Le spese di spedizione dei materiali sono a carico dei partecipanti.

Gli aspiranti partecipanti al Festival, devono completare la procedura di iscrizione che comporta l’invio all’Organizzazione, secondo modalità meglio descritte più avanti, del materiale indicato in seguito.

In via telematica all’indirizzo email dissolvenze@scambi.org, con l’indicazione di un link ad un canale video web (es. Youtube, Vimeo o simili) ove poter visualizzare e scaricare l’opera. In caso di invio del link si raccomanda di caricare un video in alta qualità e abilitare la funzione download.

Di seguito si indicano ulteriori materiali richiesti:

–        La scheda di iscrizione debitamente compilata (allegato a);
–        Liberatoria che conceda all’Organizzazione del festival l’utilizzo del materiale sopra indicato per gli scopi promozionali, divulgativi, informativi e organizzativi connessi al festival (allegato b);
–        Breve sinossi;
–        Sottotitoli in lingua italiana in formato .srt;
–        Cast ed eventuali crediti;

In maniera opzionale possono essere anche presentati:

–        Almeno 3 foto in alta risoluzione dei protagonisti/regista ed ogni altra persona rilevante;
–        Almeno 3 foto tratte dal corto (frame) e/o una foto della locandina ufficiale;
–        Estratti video promozionali (Trailer);
–        Altro materiale facoltativo (foto/video backstage, curiosità, etc.)

Il suddetto materiale potrà essere inviato al seguente indirizzo dissolvenze@scambi.org

La richiesta di iscrizione è un accordo ufficiale tra le parti. Le schede di iscrizione, debitamente compilate e complete degli allegati, dovranno pervenire alla segreteria del festival entro e non oltre un determinato giorno da decidere.

Tutte le opere realizzate in lingua diversa dall’italiano dovranno essere sottotitolate in lingua italiana.

L’organizzazione non si assume responsabilità per disguidi, video resi disponibili dal web, problemi tecnici ed altre cause indipendenti dalla propria volontà che possano viziare o impedire la corretta iscrizione di un’opera al Festival.

Il materiale inviato alla segreteria non verrà restituito.

Tutti i documenti ed atti relativi al cortometraggio e/o filmati restano nella disponibilità dell’Organizzazione.

Art.7 – Attori minorenni

Qualora, in un’opera presentata al Festival, siano stati impiegati attori di età inferiore ai 18 anni, è necessario allegare alla scheda di iscrizione, per ciascun soggetto minore, copia della liberatoria firmata da coloro che esercitano la potestà sul minore (allegato c).

In mancanza di tali liberatorie, l’organizzazione del festival non potrà accettare opere in cui abbiano partecipato attori minorenni, verso i quali si ritiene comunque sollevata da ogni responsabilità.

Art.8 – Selezione e partecipanti

Tra tutte le richieste di iscrizione pervenute, l’Organizzazione selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, i finalisti delle diverse sezioni. La selezione sarà affidata, in una prima fase, ad una giuria appositamente individuata dall’Organizzazione. Le opere non devono contenere messaggi pubblicitari. La partecipazione al concorso può essere rifiutata se i materiali video non sono in grado di garantire una adeguata fruibilità divulgativa e/o proiezione pubblica.

L’Organizzazione del Festival provvederà a pubblicare e/o comunicare i titoli e gli autori selezionati, insieme al programma completo dell’Evento sui propri canali di divulgazione.

I partecipanti ammessi alla fase finale del festival saranno avvisati a mezzo di posta elettronica all’indirizzo fornito in sede di iscrizione e, con lo stesso mezzo, dovranno allegare il materiale richiesto entro le 48 ore successive. In caso di mancato invio da parte di un partecipante, l’Organizzazione si riserva di escludere dal Festival la relativa opera, nonché di assegnare il posto reso vacante a un altro partecipante. Le decisioni del team individuato dall’Organizzazione sono inappellabili. All’organizzazione spetta la decisione finale su eventuali casi controversi.

Art.9 – Calendario Festival e fase finale del Festival

L’Organizzazione predisporrà un palinsesto di appuntamenti con proiezioni, incontri, laboratori e mostre, finalizzati a dare massimo risalto all’iniziativa, ai suoi obiettivi specifici (art.1 e 2) ed alle sue opere partecipanti. Il calendario degli appuntamenti relativi alla kermesse, sarà pubblicato sui canali di divulgazione del Festival e pubblicato attraverso i canali mediatici digitali e/o cartacei predisposti dall’Organizzazione (volantini, manifesti, web-partner e media-partner), nonché inviato a tutti i partecipanti a mezzo di posta elettronica e/o attraverso i riferimenti dei social media forniti (facebook, instagram).

La fase finale del Festival è costituita dalla visione delle opere selezionate ed in seguito la premiazione.

Un’opera inserita nel programma della manifestazione non potrà essere ritirata, tranne per cause di forza maggiore che dovranno esser comunicate tempestivamente e motivate nei riguardi dell’Organizzazione.

Qualora un’opera venga ritirata dalla fase finale senza una comunicazione e una motivazione adeguata, l’Organizzazione si riserva di rivalersi sul partecipante per eventuali danni subiti ed arrecati alla manifestazione.

Art.10 – Obbligo di partecipazione fase finale

I partecipanti ammessi alla fase finale del Festival si obbligano a parteciparvi attraverso la presenza alle proiezioni di uno o più persone di rilievo relative all’opera presentata (cast tecnico e artistico).

La mancata partecipazione alle proiezioni finali di almeno una delle figure sopracitate, comporterà l’impossibilità di consegnare premi eventualmente vinti i quali, quindi, si riterranno “non assegnati” e nessun diritto potrà farsi valere nei confronti dell’Organizzazione.

Art.11 – Giurie e Premi

La giuria che avrà il compito di scegliere il vincitore sarà composta da giovani cinefili under 25 scelti dalla direzione del festival e da esponenti di rilievo del mondo del cinema italiano.

Verranno assegnati due premi: un premio al cortometraggio in lingua italiano e un premio al cortometraggio in lingua straniera, è competenza della giuria assegnare particolari riconoscimenti alle altre opere che si sono distinte all’interno della selezione.

A tutti i finalisti presenti alla premiazione finale sarà consegnato un ricordo del festival. L’Organizzazione si riserva la facoltà di proiettare fuori concorso opere che non abbiano superato la selezione. Le opere non selezionate in questa edizione potrebbero far parte di iniziative collaterali dell’Organizzazione.

Art. 12 – Archivio “Dissolvenze: I corti di Scambi”

Tutte le opere pervenute al Festival saranno inserite nell’archivio cinematografico che potrà disporne in qualunque tempo per attività e iniziative. Le opere presenti in archivio potranno essere impiegate per la visione e la consultazione senza che nulla sia dovuto al/ai proprietario/i dell’opera.

Da tali forme di consultazione è esclusa la forma di utilizzo esclusivamente commerciale dei titoli presenti nel citato archivio del Festival.

Art.13 – Privacy e trattamento dei dati personali

L’Organizzazione tutela la riservatezza dei dati personali forniti in ossequio al Decreto Legislativo 196 del 30/5/2003 (Codice della Privacy, TU) modificato dal D.L. n.101 del 10/8/2018 e susseguenti modifiche. L’Organizzazione pertanto garantisce ai dati il relativo trattamento nel rispetto dei principi stabiliti dall’art.5 del Regolamento (UE) n.679/2016 e garantisce la protezione necessaria da ogni evento che possa metterli a rischio di violazione ai sensi dell’art.13 del Regolamento (UE) n.679/2016 (“GDPR”).

In riferimento a quanto disposto dall’art.11 del D.Lgs 196/2003 ex ad. 9L. 675/96 i dati personali oggetto del trattamento verranno gestiti secondo le seguenti regole:

–        trattati in modo lecito e secondo correttezza;
–        raccolti e registrati per scopi determinati espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
–        esatti e se necessario aggiornati;
–        pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti e successivamente trattati;
–        il rifiuto del trattamento determinerebbe l’impossibilità di dar corso alle attività oggetto del presente Regolamento.

Come previsto dal Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (“GDPR”), ed in particolare all’art. 13, si rimanda alla normativa in materia concernente le informazioni richieste dalla legge relative al trattamento dei dati personali.